| Accedi

Flight Malpensa Airport-Edinburgh Airport – Edinburgh! Here We Come!

Mar 28th, 2017 | By | Category: Didattica, Eventi, Focus, In primo piano, Visite/Uscite Didattiche/Sportive

Quasi 40 studenti e quattro insegnanti nel Regno Unito per approfondire lo studio e la conoscenza della lingua inglese. L’iniziativa, della durata di una settimana, si è svolta dal 13 al 19 febbraio e ha coinvolto un gruppo di 28 alunni provenienti da diverse classi dell’Itis Lirelli di Borgosesia, accompagnati dalle docenti Prof.ssa Bonenti Gaudenzia e Prof.ssa Ragazzo Manuela, e un gruppo di 11 alunni dell’Ipsia Magni, sempre Borgosesia, accompagnati dai docenti Prof.ssa Tancredi Lucia e Prof. Hamdani Said Fabio. Meta: Edimburgo, l’affascinante e romantica capitale della Scozia.

La ‘study holiday’ è il risultato di un progetto che l’Istituto Vincenzo Lancia promuove ormai da cinque anni con evidente successo, se si considera che nel primo anno di vita dell’iniziativa il gruppo era stato di soli 12 alunni.

Gli studenti hanno frequentato, con soddisfazione degli insegnanti madrelingua della scuola MacKenzie, un corso di venti lezioni focalizzato sul potenziamento della lingua parlata mediante lo sviluppo di tematiche attuali come la musica, le tradizioni locali e lo shopping. Molte anche le attività in lingua proposte alla scoperta della città: la visita dei luoghi più significativi, la scalata all’Arthur’s Seat, il tour “stregato” alla scoperta delle leggende e del passato della città.

Per una totale “full immersion” sia gli studenti che i docenti hanno alloggiato in famiglie scozzesi che hanno una lunga tradizione di ‘hosting’ alle loro spalle e che hanno saputo mettere tutti a proprio agio, proprio come una vera famiglia.

Certo, se dobbiamo citare una nota dolente, non è difficile immaginare che abbia riguardato il cibo. Lo sappiamo tutti, la pasta è ‘pasta’ in Italia e quella cucinata in Scozia non è certo la stessa cosa! Ma forse l’importanza di questo tipo di esperienza è anche, al di là del potenziamento linguistico, imparare ad accettare altre culture con i loro aspetti positivi e negativi; in altre parole, imparare a essere cittadini del ‘villaggio globale’.

Tutto sommato, la possibilità di godersi la bellezza di Edimburgo con i suoi monumenti e di utilizzare la lingua studiata a scuola in contesti comunicativi reali vale ben un piatto di spaghetti!

EdimburgoFotoGruppo1